Lontani fisicamente ma vicini con il cuore

Lontani fisicamente ma vicini con il cuore

Il coronavirus ha modificato la vita di tutti, a partire dall’Italia, fino ad arrivare in questi ultimi giorni a toccare anche i paesi più remoti del mondo.
Da quando il nostro Paese é sprofondato nella più grande crisi sanitaria del dopoguerra molti sono stati gli attestati di vicinanza.
In questi anni l’associazione e ancora prima il Centro missionario betharramita, da oltre trent’anni, ha aiutato i luoghi di missione dove sono presenti i padri di Betharram.
Oggi quelle stesse terre di missione hanno voluto farsi voce ed esprimere la loro vicinanza a tutti noi.
Dalla lontana Thailandia, e più precisamente dall’Holy Family Catholic Centre, nel nord del paese,é giunta una foto con i volti di alcuni piccoli ospiti della missione con un cartello che riportava la scritta “เราอยู่ใกล้คุณ เพื่อนชาวอิตาลีของเรา” (Siamo vicini ai nostri amici Italiani).
Una seconda foto ci è stata recapitata dal villaggio di Niem, che ritrae i volti sorridenti dei bambini della scuola “Bambin Gesù di Praga” di Niem assieme al “nostro” padre Tiziano Pozzi: “Ciao Italia, E yeke na tere ti ala…vi siamo vicini!“, insieme ad essa anche la lettera (qui per leggerla) che il missionario originario di Lissone ha voluto indirizzare a tutti.
Per ultimo un video, realizzato da padre Beniamino Gusmeroli con gli alunni della scuola “Notre Dame de la Paix” a Bimbo, alle porte della capitale Bangui

 

 



Send this to a friend