Raccolti a Lissone 12.000 euro per l’Unità Mobile

Raccolti a Lissone 12.000 euro per l’Unità Mobile

GRAZIE per la vostra grande generosità!“. Queste sono le prime parole scritte da padre Tiziano Pozzi, Direttore dell’Ospedale di Niem e inviate ai suoi concittadini di Lissone, al termine della raccolta quaresimale avvenuta nella Comunità pastorale di Lissone S. Teresa Benedetta della Croce,  che raggruppa le sei parrocchie della città brianzola.
Ogni anno, infatti, vengono scelti e sostenuti diversi progetti; quest’anno, grazie alla proposta del gruppo missionario della parrocchia del Sacro Cuore, è stato deciso di sostenere il progetto dell’Unità Mobile: ossia la gestione e il mantenimento di una jeep/ambulanza (e relativo personale) attrezzata per raggiungere quella parte di popolazione che vive nei villaggi più remoti della savana e che non può raggiungere i centri sanitari della città.
Grazie alla generosità dei parrocchiani delle diverse parrocchie, sono stati raccolti 12.000 euro.

 

“Il vostro sostegno alla nostra unità mobile – continua padre Pozzi è davvero prezioso perché il grande problema dei nostri malati è quello di arrivare ai Centri di cura. Quelli qualificati sono davvero pochissimi e la gente talvolta deve percorrere, su piste impossibili e con mezzi di fortuna, anche più di 100 km per arrivare da noi. E allora siamo noi, ed in particolare il mio confratello fratel Angelo Sala (nativo di Desio) e la sua equipe,  che andiamo verso i malati. E non si tratta di distribuire solo qualche medicina. L’unità mobile è attrezzata anche di un piccolo ma efficiente laboratorio per poter fare gli esami necessari sul posto. In questo modo si risolvono tantissimi problemi e soprattutto si evitano tantissimi disagi  alla nostra gente”.

 

 



Send this to a friend